23 gennaio 2014

[ Special Review ] Sai come scegliere il fondotinta giusto?


Quando si parla di trucco, la scelta del fondotinta è sempre la più delicata e difficile. Molto spesso tantissime donne trovano diversi problemi ad individuare il fondotinta adatto a loro, non solo per quanto riguarda la tonalità, ma anche per quanto riguarda la tipologia di pelle, la tenuta e l’efficacia a livello coprente. Poco fa vi ho parlato della mia esperienza con il fondotinta Stay-Matte e oggi mi piacerebbe darvi qualche piccolo consiglio su come fare a scegliere il fondotinta più adatto alle vostre esigenze e particolarità.


Innanzi tutto, la domanda fondamentale: di che colore è la vostra pelle? E qui non stiamo parlando solo di colore, anche detto sottotono, ma anche di tonalità.
Quando si parla di colore o, appunto, sottotono, s’intende la tinta dominante che caratterizza la nostra pelle. Ad esempio, le pelli nordiche tendono ad avere un colorito rosato, detto rose, mentre le caucasiche tendono più a un colore avorio, ovvero neutral. Le pelli mediterranee, invece, sono caratterizzate da un sottotono warm, cioè dorato. Sorprendentemente, per capire a quale dei tre coloriti apparteniamo, il modo migliore è quello di osservare le vene del nostro braccio. Il primo tipo di colore è associato alle vene blu. Quelle verdi, invece, indicano l’appartenenza al gruppo nei warm, mentre invece le neutral, come prevedibile anche dal nome, sono indecifrabili e il colore rimane indefinito, tra blu e verde. Quando invece si parla di tonalità, si intende la concentrazione del colore, che può essere chiarissimo, ovvero fair, chiaro, cioè light, medio, dunque medium, oppure scuro/abbronzato, ossia tan. Il primo si tratta di una tonalità davvero chiarissima, pallida, dalle famose tonalità porcellana gotiche, ed è spesso associato alle pelli nordiche, come quelle di Nicole Kidman o di Julianne Moore. Il light, per quanto chiaro, ha già un colorito più roseo e si può definire come la pelle chiara europea, di quelle che si arrossano al sole. Per fare un esempio, pensate a Julia Roberts o Meyl Streep. Il medium è una tonalità ancora chiara, ma vivace, che si abbronza senza troppe difficoltà, già abbastanza mediterranea. Immaginate ad esempio Jennifer Aniston. Il tan, invece, è una pelle bruna, abbronzata, intensa, molto mediterranea, come quella di Eva Longoria o Jessica Alba.
Una volta trovata la vostra combinazione, il gioco è fatto. Sul mercato troviamo vari tipi di fondotinta: compatto (con un ottimo effetto coprente per una pelle opaca e senza imperfezioni), liquidio (facile da applicare e regala un effetto naturale), in mousse, in polvere o minerale (permette di miscelare le polveri in maniera perfetta e di sperimentare varie gradazioni per poi trovare quella più adatta). Ovviamente, il fondotinta andrebbe cambiato anche in base alle stagioni. Visto che d'estate ci abbronziamo, avremo anche bisogno di toni diversi rispetto a quelli che sceglieremo d'inverno e viceversa.
Un piccolo consiglio finale: non ci dimentichiamo del fatto che il fondotinta deve uniformare il vero colorito della nostra pelle e quindi scegliamo il fondotinta in base al colore della pelle che vorremmo avere, ma in base il nosto vero colore. Solo così eviteremo di avere il viso di un colore diverso da quello del resto del corpo, cosa che sicuramente tutte vorremmo evitare.

A cura di Claudia Pagano
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...